recentpopularlog in

dbourn : italian   469

« earlier  
Middlebury Language Schools - Italian
The Italian School offers a teacher-to-student ratio that is one of the lowest in academia, presenting you with a unique opportunity to acquire and expand your skills under the constant guidance of some of the world’s most experienced and dedicated instructors.

Daily contact with your teachers extends beyond the classroom to include drop-in office hours, discussion groups, and lectures. Between times, you'll join them in organized cocurricular activities—including Italian dance, games, cooking, and bocce—each designed to help you build new vocabulary while developing cultural fluency.

Summer after summer, the Italian School continues to deliver on its reputation for combining rigorous expectations with unmatched support. That’s why many of our students—from researchers and scholars to teachers and travelers—return to the School again and again.
Italian  Language  Languages  VT  Burlington 
7 days ago by dbourn
Levante è tornata: “Canto contro l’Omofobia”
Già un anno fa, intervistata dal nostro Alessio Poeta, Levante aveva spiegato per quale motivo si battesse tanto per la comunità lgbt: “Perché è un mondo di cui facciamo parte tutti! Non posso accettare che una persona non possa essere libera di essere se stessa per paura di essere giudicata. Negli anni ho capito che se una persona non si dichiara, non la conosceremo mai fino in fondo e io, nel mio piccolo, quando posso, mi schiero e alzo la voce“.
See also: https://www.youtube.com/channel/UCEB_KwF5WOR362OZNLH7Jcg
https://it.wikipedia.org/wiki/Levante_(cantante)
Music  Queer  Italy  Italian  Sicilia  Catania 
13 days ago by dbourn
Romics
Romics è un Festival Internazionale del Fumetto, Animazione, Cinema e Games, creato nel 2001 dal Consorzio Imprese Castelli Romani e organizzato oggi dall'associazione Isi.Urb e da Fiera di Roma, che si tiene due volte l’anno a Roma e che vede una presenza di oltre 400.000 visitatori l’anno.
Quattro giorni di kermesse ininterrotta con eventi, incontri e spettacoli: un programma ricchissimo con oltre 100 presentazioni, incontri ed eventi in 10 location in contemporanea.
5 padiglioni per immergersi in tutti i mondi della creatività, dal fumetto all’illustrazione, dalla narrativa al cinema: tutte le novità, le grandi case editrici, le fumetterie, i collezionisti, i videogiochi, i gadget e gli imperdibili incontri con autori ed editori.
Romics è il grande appuntamento per il pubblico sui linguaggi dell’immaginario, universalmente riconosciuti come media e contenuti generatori di cultura, capaci di veicolare messaggi e smuovere coscienze, grazie alla straordinaria forza evocativa – e poetica – delle immagini, delle parole e della letteratura disegnata. Questo mondo è una parte vitale dell’industria culturale dell’intrattenimento, uno spaccato del mercato dove anche l’Italia recita un ruolo da protagonista sia nei contenuti che negli interpreti.
Roma  Italy  Italian  Comics  Fantasy  Books  Film 
14 days ago by dbourn
Alessandro Tofanelli
Italian bear artist whose work recalls the painting of Robert Cardinal in Provincetown
Bears  Italy  Italian  Painting  Robert  Cardinal  Provincetown 
25 days ago by dbourn
Buon Compleanno Dylan Dog
Quando Dylan Dog arrivò nelle edicole di gran parte d’Italia, Sergio Bonelli era un editore di fumetti destinati ai maschi più o meno adulti, che amavano il mistero e l’avventura. Era il 1986 e in provincia noi piccoli ci divertivamo a leggere gli albi dei nostri padri e, quando non erano troppo sorvegliati, a venderli per strada in banchetti fatti con le cassette della frutta. I vigili ci lasciavano stare, d’altronde era un’epoca in cui non erano obbligatorie le cinture di sicurezza in macchina, il casco in motorino era un optional e gli scontrini nei negozi pure.
Horror  Graphic  Novels  Comics  Italy  Italian 
26 days ago by dbourn
Gender/Sexuality/Italy (G/S/I)
gender/sexuality/italy is an online annual, peer-reviewed journal that publishes research on gendered identities and the ways they intersect with and produce Italian politics, culture, and society.
Queer  Italy  Italian 
6 weeks ago by dbourn
Pissolungo B&B in Sicilia
Owned by bear - www.bearwww.com/riberao
B&B in villa situata alle falde di monte ERICE, a breve distanza a piedi dalla costa ed in posizione strategica fra Trapani città (soli 5 Km di distanza), in direzione della Riserva dello Zingaro e la rinomata spiaggia bianca di San Vito Lo Capo.
Circondata da un grande giardino privato, dispone di 3 camere con letti matrimoniali o doppi (a scelta), in un'atmosfera di assoluta tranquillità.
Oltre al pernottamento e prima colazione, viene offerta (su richiesta) la possibilità di preparazione di pranzi o cene (cucina locale di altissimo livello), servita nella sala da pranzo centrale o nella grande terrazza antistante all' esterno.
Possibile servizio di accoglienza aeroporto Birgi (Trapani), su richiesta.
Parcheggio disponibile.
Animali benvenuti.
Sicilia  Trapani  Italy  Italian  Bears  Hotels 
12 weeks ago by dbourn
Emelio Campanella - Art Reviews
Emilio Campanella ci parla di “Mostre a Mestre” che nulla a che vedere con donne bruttissime incontrate in terraferma, ma con arte bellissima, in #pocast… E in esclusiva per Radiogaiaitalia.com.
www.bearwww.com/misterbloom
Venezia  Bears  Italy  Italian  Art  Museums  Painting 
july 2019 by dbourn
Ludovica Rambelli Teatro - I Tableaux Vivants
Ludovica Rambelli Teatro porta i Tableaux Vivant di Caravaggio e Michelangelo in giro per l’Italia e l’Europa. Se per caso capitiamo dalle tue parti, vieni a trovarci.
Italy  Italian  Painting  Dance  Art  Arts  Theater  Bears 
january 2019 by dbourn
Le parole che in italiano hanno due significati opposti
Tirare: significa sia lanciare via/scagliare (come in tirare un mattone ) sia attrarre a sé (come in tirare a sé corda).
Feriale: Delinea sia il periodo festivo (come i giorni feriali, cioè delle ferie) sia quello lavorativo (come in “giorni di lavoro”).
Pauroso: Termine che indica sia una cosa che fa paura (Ho visto un film pauroso), sia una persona che prova paura (Margherita è una persona paurosa).
Spolverare: può significare sia toglier la polvere (Lucia spolvera il tavolo) sia mettere la polvere (Anna spolvera lo zucchero a velo sulla torta).
Ospite: parola che indica sia chi ospita che ci è ospitato.
Storia: Delinea sia un racconto inventato (La storia di Biancaneve) sia la storia reale (La mia materia preferita è Storia).
Affittare: può significare sia dare in affitto (Affitto la mia casa ad amici) sia prendere in affitto (Ho preso in affitto la casa al mare per le vacanze.)
Sbarrare: aprire (“sbarrare gli occhi”) e chiudere (“sbarrare la porta”)
Language  Italian 
april 2018 by dbourn
Teoria del complotto sul piano Kalergi
La teoria del complotto sul piano Kalergi è l'insieme dell'esposizione di fatti e circostanze tese a convalidare l'esistenza di un presunto progetto (chiamato piano Kalergi) d'incentivazione dell'immigrazione africana e asiatica in Europa al fine di rimpiazzarne le popolazioni. Prende il nome dal filosofo austriaco Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi (1894-1972), paneuropeista storico, cui viene attribuita la paternità di tale piano, soprattutto da ambienti nazionalisti di estrema destra e antiglobalisti ma anche leghisti e separatisti.
Black  Europe  Whites  Conspiracy  Theories  Racism  Kalergi  Italian 
april 2018 by dbourn
Lezioni di terronese: raddoppiare le parole per esprimere nuovi concetti
Più che avere una precisa traduzione in italiano corrente, bello bello è la sintesi di una filosofia di vita. È la voglia di fare le cose con calma, di godersi i piccoli piaceri della vita, di avere pazienza. È un po’ la versione terrona di “chi va piano va sano e va lontano”.
Il ragù deve cuocere bello bello per poter essere degno di questo nome. Bello bello però è anche un’espressione dall’intensità graduabile, e la differenza la fanno il tono di voce e lo sguardo. Un terrone che ti dice bello bello in maniera visibilmente infastidita, probabilmente ti sta facendo notare che ti stai prendendo troppe libertà non dovute. E se il caso vuole che tu stia mangiando senza ritegno tutti i taralli del suo pacco da giù, sappi che ha tutte le buone ragioni per essere infastidito.
Italy  Italian  Language  Bello 
march 2018 by dbourn
Neo senatore della Lega: «Adesso battaglia contro la stregoneria a scuola»
Un’interrogazione parlamentare sulla stregoneria nelle scuole: l’annuncia il neosenatore bresciano della Lega Simone Pillon, già noto come fondatore del Family Day.
Italy  Italian  Witches  Magic 
march 2018 by dbourn
Questo medico ha costruito una macchina che aiuta le persone a morire
Non sarebbe forzato chiamare Nitschke—che è stato soprannominato "dottor Morte"—il "guru dell'eutanasia." Nitschke è il fondatore di Exit International, un'organizzazione che promuove l'eutanasia volontaria. Ha anche scritto un manuale sul suicidio, The Peaceful Pill. All'inizio parlava dell'eutanasia come di qualcosa che riguardava solo i malati terminali, ma poi ha cambiato idea: ora pensa che non dovrebbe essere confinata a determinate situazioni e determinati criteri, ma che sceglierla sia un diritto di tutti.
Euthanasia  Death  Dying  Holland  Italian 
march 2018 by dbourn
Una consacrazione impropria. Guadagnino, Chiamami con il tuo nome e l’inconscio imperiale dei semicolti.
L’oggetto del desiderio di Call me by your name, come del resto dei due lavori precedenti di Guadagnino, è una precisa classe sociale. Al nostro regista palermitano interessa infatti la vita dell’alta borghesia internazionale, quella sorta di patriziato urbano colto (anche se rappresentato con tutti i cliché con cui i semi-colti pensano la cultura), cosmopolita, poliglotta, ricchissimo, liberale nei costumi e nella politica. Di fatto, una classe imperiale che gode di privilegi e libertà pressoché assoluti e che è ben consapevole che nessun conflitto reale può minare, nel profondo, la sua granitica stabilità.
Call  Me  By  Your  Name  Queer  Film  Italy  Italian 
march 2018 by dbourn
Gli sfruttati dei musei e degli archivi
"E non ci basta che la proposta venga semplicemente portata in Parlamento. Vogliamo che diventi legge. E chiederemo alla politica di sostenerla."
Riproponiamo (in altro formato) l'articolo di Federico Giannini su Left, che tratta della situazione del lavoro culturale e lascia ampio spazio alle nostre proposte e dichiarazioni. Abbiamo aspettato fin troppo, ora riprendiamoci la dignità che ci spetta.
Italy  Italian  Museums  Archives  Labor  MIBACT 
march 2018 by dbourn
Black Jesus / Seduto alla sua destra (1968 film)
Seduto alla sua destra è un film italiano del 1968 diretto da Valerio Zurlini.
In origine l'opera doveva appartenere al film Amore e rabbia insieme agli episodi di Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Jean-Luc Godard, Carlo Lizzani e Pier Paolo Pasolini.
Black  Jesus  Film  Blaxploitalian  Blacks  Italian  Valerio  Zurlini  Wood  Strode 
february 2018 by dbourn
Stefano Morelli on Wikipedia
Nato a Torino, è un attore di origini eritree. Attualmente vive a Roma.
Stefano  Morelli  Film  Afroitalian  Blacks  Italy  Italian  Blaxploitalian 
february 2018 by dbourn
Harlem (1943 film)
Harlem è un film del 1943 diretto da Carmine Gallone. Il film, girato a Cinecittà in piena Seconda guerra mondiale tra la fine del 1942 e l'inizio dell'anno successivo, esce nelle sale nel mese di aprile del 1943. Carmine Gallone, per disporre del folto pubblico di afroamericani, riuscì a far giungere nel teatro di posa un gruppo di prigionieri di colore, provenienti da un campo di prigionia nei pressi di Roma.
Harlem  Film  Italy  Italian  Afroitalian  Fascism  War  WWII  Roma  Blaxploitalian 
february 2018 by dbourn
Facetta Nera (on Wikipedia)
Faccetta nera è una canzone scritta da Renato Micheli e musicata da Mario Ruccione nell'aprile 1935[1]. Essa è stata composta in occasione della grande diffusione di notizie da parte della propaganda fascista relative all'Etiopia, e in particolare della schiavitù là ancora vigente, su parte della popolazione abissina. Tali notizie servirono in parte a giustificare l'intervento militare che oltre a procurare all'Italia un "posto al sole", doveva porre fine alla condizione così degradata della popolazione.
Facetta  Nera  Music  Fascism  Italy  Italian  Racial  Formation  Colonization  Empire  WWII  Blacks  Blaxploitalian 
february 2018 by dbourn
Andrea Aguyar, Black supporter of Garibaldi, on Wikipedia
Andrea Aguyar, più noto come il Negro di Garibaldi (Montevideo, ... – Roma, 30 giugno 1849), è stato un militare uruguaiano che seguì Giuseppe Garibaldi in America meridionale e in Italia. Morì nel 1849 in difesa della Repubblica Romana.
Andrea  Aguyar  Uruguay  Blacks  Garibaldi  Italy  Italian  History  Risorgimento  Blaxploitalian 
february 2018 by dbourn
ITALIANA. L’Italia vista dalla moda 1971-2001
Also: https://www.nytimes.com/2018/02/20/fashion/italiana-italy-exhibit-milan-fashion-week.html
Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001 è un progetto in forma di mostra e libro, ideato e curato da Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi, che intende celebrare, e raccontare, la moda italiana in un periodo seminale, evidenziando la progressiva messa a fuoco e l’affermazione del sistema italiano della moda nella grandiosa stagione del Made in Italy. Un periodo formidabile di creatività culturale che cementa relazioni e scambi tra gli esponenti di quelle generazioni italiane di artisti, architetti, designer e intellettuali che hanno impostato le rotte della presenza italiana nella cultura internazionale.
La mostra intende anche celebrare l’importante anniversario dei sessant’anni di Camera Nazionale della Moda Italiana.
La narrazione di Italiana procede per concetti e visioni in un sofisticato paesaggio progettuale. Un immaginifico e rigoroso caleidoscopio creativo, in cui dialogano gli oggetti, gli stili e le atmosfere che definiscono la cultura italiana e gli attori, protagonisti e comprimari, che compongono l’affresco corale della moda italiana.
Milano  Made  in  Italy  Italian  Exhibits  Public  History  Fashion  1971  1970s  1980s  1990s  2000s 
february 2018 by dbourn
Francesco Palmieri's coming out story
Storia del mio coming out. La prima prova la feci con un´amica di mia sorella a diciassette anni. Lei anarchica hippy, amante degli scrittori beat e del movimento controculturale psichedelico. Le dissi "Credo di essere gay". Lei mi rispose "Aspetta a dirlo, e´troppo resto". Imbarazzato, tornai a casa. Aspettai cinque anni e ritentai con un´altra mia amica con cui studiavo all´università´. Lei comunista storica. Stessa risposta: "Aspetta, magari sei solo confuso". Mi ci vollero altri quattro anni e trovai la forza da solo senza alcun supporto poiché nel frattempo ero diventato punk ma anche in quei circuiti non c´ era alcuna riflessione queer, l´eteronormativita´era un dato di fatto, naturalizzato, ne io mi identificavo nell´associazionismo Lgbt che ritenevo troppo superficiale. Risultato: in una società come quella italiana in cui l´ingerenza cattolica permea tutto e tutte, nessuna e nessuno mi ha chiesto "quali sono i tuoi desideri". Aggiungo che venendo da una cultura D.I.Y. tutte le scene che mi interessavano me le sono fatte da solo, dagli orsi alla scena queer. Mi sono fatto un bucio di culo senza il piacere delléssere sodomizzato <3
Francesco  Palmieri  Warbear  Bears  Queer  Italy  Italian  Roma 
february 2018 by dbourn
La Grande Bellezza, Ecco Tutti I Luoghi Della Roma Di Sorrentino
Ecco Tutti I Luoghi Romani Che Abbiamo Riconosciuto Nel Film Di Sorrentino. Scena Per Scena, Muovendoci Col Prezioso Aiuto Di Google Maps E Dei Siti Ufficiali.
La  Grande  Bellezza  Roma  Italy  Italian  Film 
february 2018 by dbourn
La Grande Bellezza a Roma: tutti, ma proprio tutti, i luoghi del film
Ecco tutti i luoghi romani che abbiamo riconosciuto nel film di Sorrentino. Scena per scena, muovendoci col prezioso aiuto di Google Maps e dei siti ufficiali.
La  Grande  Bellezza  Film  Roma  Italy  Italian 
february 2018 by dbourn
Crossover identitari: le seconde generazioni LGBT si raccontano nello spazio pubblico
Indagare le identità, le testimonianze e le necessità delle seconde generazioni LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) in Italia, per comprendere meglio un binomio molto poco studiato: come vivono la doppia condizione di minoranza, quali aspettative hanno e come interagiscono con le rispettive comunità di appartenenza i giovani e le giovani LGBT di origine immigrata? E ancora, quali canali comunicativi e quali servizi si possono predisporre per accogliere e confrontarsi con il loro portato identitario?

Da qualche mese è attivo un progetto di ricerca – probabilmente il primo in questo campo – che punta a studiare e raccontare il fenomeno. Abbiamo intervistato Massimo Modesti e Medhin Paolos che fanno parte dello staff del progetto di ricerca “Seconde generazioni LGBT”, insieme ad Helen Ibry e Antonia Monopoli.
G2  Queer  Italy  Italian  Immigrants  Immigration  Refugees  Africa 
february 2018 by dbourn
Il progetto Seconde Generazioni LGBT
Siamo un piccolo gruppo di attiviste/i di movimenti delle seconde generazioni e LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender/transessuali) e studiosi/e dei temi correlati a questi percorsi. Con questo progetto di ricerca desideriamo fare incontrare i nostri percorsi personali e professionali con un bisogno che abbiamo intercettato fra figlie e figli di stranieri con percorsi di orientamento sessuale e/o identità di genere non eteronormativi: quello di trovare occasioni di incontro e di scambio di esperienze. Le “seconde generazioni LGBT” sono una realtà sociale che sta crescendo anche in Italia e cui vorremmo dedicare una speciale attenzione per la vivacità che propone e per le domande e i bisogni che pone. L’intento è di metter a fuoco le questioni centrali della loro esperienza, di offrire occasioni per esplorare questi temi e confrontarsi in situazioni di gruppo, e infine di aiutare le istituzioni e i servizi a comprendere nelle loro azioni le esigenze espresse. Per il momento abbiamo in previsione una o più pubblicazioni scientifiche, un convegno e una mostra fotografica. La prima azione – avviata a Giugno 2013 – consiste in una serie di focus group con lo scopo di far incontrare i/le giovani perché raccontino le vicende significative del loro percorso e mettano in comune i temi portanti della loro esperienza.
G2  Queer  Italy  Italian  Seconda  Generazione  Immigrants  Immigration  Refugees  Africa 
february 2018 by dbourn
Voglio una lesbica come presidente.
"Voglio una lesbica come presidente. Voglio una persona con l’aids come presidente e voglio un finocchio come vice presidente e voglio qualcuno privo di assistenza sanitaria e voglio qualcuno che sia cresciuto in un posto dove la terra è così satura di rifiuti tossici che non ha avuto scelta se non prendersi la leucemia. Io voglio un presidente che abbia abortito a sedici anni e voglio un candidato che non sia il minore fra due mali e voglio un presidente che abbia perso il suo ultimo amore per l’aids, che ancora lo vede nei propri occhi ogni volta in cui si stende per riposare, che abbia tenuto il suo amore fra le braccia sapendo che stava per morire. Voglio un presidente senza aria condizionata, un presidente che ha fatto la fila all’ospedale, alla motorizzazione, all’ufficio assistenza e sia stato disoccupato e licenziato e molestato sessualmente e assalito perché gay e deportato. Voglio qualcuno che abbia passato la notte in un cimitero e a cui sia stata messa una croce in fiamme sul prato e che sia sopravvissuto allo stupro. Voglio qualcuno che sia stato innamorato e ferito, che rispetti il sesso, che abbia fatto errori e imparato da essi. Voglio una donna nera come presidente. Voglio qualcuno con denti malmessi e carattere, qualcuno che abbia mangiato il cibo fetente dell’ospedale, qualcuno che abbia indossato abiti dell’altro sesso e assunto stupefacenti e sia stato in terapia. Voglio qualcuno che abbia commesso disobbedienza civile. E voglio sapere perché questo non è possibile. Voglio sapere quando abbiamo cominciato ad apprendere da qualche parte lungo la strada che un presidente è sempre un pagliaccio: sempre un puttaniere e mai una puttana. Sempre un capo e mai un lavoratore, sempre un bugiardo, sempre un ladro e mai arrestato."
Italian  Queer 
february 2018 by dbourn
Rivesteweb
Rivisteweb is the most authoritative italian collection of journals in humanities and social sciences. Dedicated to universities and private or public institutions, currently it offers articles from over 80 journals from il Mulino publishing group (Il Mulino publishing house and Carocci publisher), searchable in the full text and metadata, indexed by the major search engines, disciplinar indexes and discovery services.

Most of the journals are at the top of the national ranking system.
Italy  Italian  Humanities  Social  Sciences 
february 2018 by dbourn
Insulta un uomo di colore in pubblico: le reazioni dei passanti [Esperimento Sociale]
Ugo Capolupo e Antonio Cinque interpretano due razzisti che insultano violentemente un ragazzo di colore (Amin Nour) che se ne sta per i fatti suoi per le strade di Roma.

La provocazione messa in piedi dall’autore denuncia una crescente aggressività e intolleranza degli italiani verso gli immigrati e verso chi ha la pelle di un altro colore.

Il tentativo è quello di studiare il fenomeno dell'odio razziale, analizzando analogie con il modo di pensare e agire nel nostro recente passato, epoca in cui in alcuni paesi europei (tra questi l’Italia) esistevano leggi razziali per diversità di colore della pelle, etnia o pensiero religioso, leggi che hanno condotto alla persecuzione e lo sterminio di milioni di persone.

Infine l’invito dell’autore (attraverso una citazione di Primo Levi) è quello di guardare il passato per scongiurare un presente fatto di medesimi errori.
Italy  Italian  Racism  Roma  Whites 
january 2018 by dbourn
Un libro [gratuito] racconta gli africani dell’Europa rinascimentale
Il libro è anche un ottimo prequel a Project Diaspora, di Omar Diop – ve ne avevamo già parlato – in cui l’artista senegalese reinterpreta e approfondisce attraverso la fotografia il ruolo di illustri personaggi africani della storia europea tra il XV e XIX secolo.
Africa  Blacks  Europe  Race  Racial  Formation  Arts  Renaissance  Italian 
january 2018 by dbourn
Il caso Fontana e il neorazzismo all'italiana
Per non andare troppo indietro nel tempo, si può citare l’anno 2013 che ha visto – come ho già scritto altrove[2] – uno sconcertante ritorno della “razza”, evocata da topoi simili a quelli che potevano trovarsi nelle pubblicazioni popolari al servizio della propaganda fascista: anzitutto il motivo ricorrente che assimila i “negri” a scimmie, col tipico corollario di banane.
Italy  Italian  Fontana  Racism  Racial  Formation  Whites 
january 2018 by dbourn
Rileggere Donna Haraway ai tempi di Stranger Things
E' con la pubblicazione del suo Cyborg Manifesto che Haraway apre la strada a nuove modalità narrative, con esplicite contaminazioni provenienti dalla fantascienza femminista e dalla cultura cyberpunk. I soggetti in gioco qui sono “cyborg.”
Donna  Haraway  Healdsburg  CA  Philosophy  Cyborgs  Italian  Feminisms 
january 2018 by dbourn
Che cos’è – o sarebbe – il “Piano Kalergi”
Nei circoli dell’estrema destra europea e italiana circola da qualche tempo una spiegazione complottista della crisi dei migranti. Secondo questa tesi, completamente infondata, l’arrivo di centinaia di migliaia di persone in Europa sarebbe parte di un piano segreto architettato dalle élite politiche ed economiche del continente per importare milioni di potenziali lavoratori a basso costo, mischiarli con le “razze europee” e creare così un meticciato debole e facilmente manipolabile. A ideare questo piano sarebbe stato un eccentrico filosofo aristocratico austro-giapponese del primo Novecento: Richard Nikolaus Eijiro. Più di dieci anni fa uno scrittore complottista e negazionista ne usò il titolo nobiliare (conte di Coudenhove-Kalergi) per battezzare il complotto che prevederebbe la sostituzione etnica dei bianchi europei. Nacque così il “Piano Kalergi”.
Italy  Italian  Whites  Racism  Racial  Formation  Eugenics  Piano  Kalergi  Refugees  Immigrants  Immigration 
january 2018 by dbourn
Aggressioni neofasciste, arriva la mappa interattiva per monitorarle sul territorio
Prima mappa interattiva delle aggressioni fasciste, realizzata dal collettivo antifascista bolognese Infoantifa Ecn, attivo dagli anni Novanta.

"La mappa è uno strumento che abbiamo approntato e che vogliamo mettere a disposizione di chiunque voglia fare una segnalazione: è chiaro che, essendo noi un collettivo, non possiamo essere sull'intero territorio italiano, così abbiamo pensato che creare uno strumento accessibile a tutti potesse essere il modo migliore per raccontare un fenomeno - quello del fascismo violento - che oggi è ancora molto presente".
Infoantifa  Ecn  Racism  Italy  Italian  Whites 
january 2018 by dbourn
Italy election: 'White race' remark sparks row
The description by Attilio Fontana, a prominent candidate from the right-wing Northern League, of ethnic Italians as an apparently endangered "white race" has provoked headlines and condemnation. To some, his comments bring back unwelcome memories of the country's fascist past under Benito Mussolini.

"How is it possible in 2018 to have to explain that there is not a white race to defend - 80 years on from the promulgation of [the Mussolini era's] racial laws?" tweeted Ruth Dureghello, the president of the Rome Jewish Community.

Politicians and activists have called on Mr Fontana to withdraw as candidate for governor of Lombardy. His party rejects the call.

"Forget about it," said the Northern League's leader, Matteo Salvini.

The party has a history of tough, and occasionally deeply offensive rhetoric against migrants or non-white Italians. In 2013, one of its senators, Roberto Calderoli, described Italy's first black minister, Cecile Kyenge, as an orangutan.
Attilio  Fontana  Whites  Racial  Formation  Italy  Italian  Racism 
january 2018 by dbourn
Il genetista Barbujani: «Che razza di politici»
Fatto sta che il concetto di razza applicato alla specie umana continua a resistere e ad essere espresso più o meno manifestamente dentro e fuori dal Parlamento nonostante sia stato superato dalla storia e smentito dall’evidenza scientifica. Come mai? Per provare a dare una risposta abbiamo girato il quesito a Guido Barbujani. Docente di genetica all’Università di Ferrara, Barbujani si occupa delle origini e dell’evoluzione della popolazione umana e ha pubblicato numerosi saggi fra cui L’invenzione delle razze (Bompiani 2006), Europei senza se e senza ma (Bompiani 2008), Lascia stare i santi (Einaudi 2014) e Contro il razzismo (Einaudi, 2016).

«Bisogna per prima cosa stare attenti a non fare confusione» dice a Left. «La parola razza ha tantissimi significati. Ne ha troppi. Tutti ricordiamo la famosa frase pronunciata da Einstein quando dovette compilare il modulo di ingresso negli Usa. Alla domanda “di che razza sei?”, lui rispose “razza umana”. Dietro questa parola ci sono 7mld di persone. Ma c’è chi parla di razza nera, bianca, gialla, come sottoinsiemi di questi 7mld. E quando qualcuno qui da noi parla di “razza piave” o di “razza padana” si riferisce a un sottoinsieme ancora più piccolo». “Razza” può avere una valenza positiva o negativa, prosegue Barbujani: «”Attaccante di razza” vuol dire che è un vero bomber ma “razza di idiota” non è un gran complimento. Questa vaghezza del termine ci condanna spesso a discussioni inconcludenti. Se le persone che discutono usano la stessa parola per indicare oggetti differenti, difficilmente potranno intendersi».
Barbujani  Racial  Formation  Whites  Italy  Italian  Racism 
january 2018 by dbourn
Balestrate, Gay Beach near Palermo
La spiaggia gay di Balestrate e Calatubo, in provincia di Palermo, è una spiaggia frequentata quasi tutta da gay, fatta di ciottoli e sabbia con dune protette da alberelli e da una palizzata in canne. Nella riserva naturale adiacente, "boschetto", si pratica cruising e, data l'alta densità di gay e turisti gay, la possibilità di fare incontri gay interessanti è molto alta.

La spiaggia gay di Balestrate e Calatubo, anche zona naturista, si trova accanto ad un camping e sul suo lato orientale è delimitata dalla piccolissima foce del Fiume Caldo, che in estate è completamente secca. Posto frequentato sia di giorno che di sera.

La spiaggia gay di Balestrate e Calatubo è molto appartata, sconosciuta ai più, ma molto conosciuta tra i gay della zona e non,.
Balestrate  Palermo  Italy  Italian  Queer 
january 2018 by dbourn
Vox Diritti Italia
Di cosa parliamo quando parliamo di diritti?

Parliamo dei bambini abbandonati; delle donne picchiate e maltrattate, delle donne che non riescono a portare avanti la decisione di interrompere una gravidanza a causa della pratica indiscriminata dell’obiezione di coscienza.

Parliamo delle persone in fin di vita, cui non viene data la possibilità di interrompere pratiche di prolungamento delle loro sofferenze. Parliamo della dignità delle coppie omosessuali, magari sposate all’estero, magari con figli, che in Italia, nel vuoto legislativo, non sono niente. Parliamo della nostra dignità vessata da imposte eccessive e irragionevoli. Parliamo di lavoro che va tutelato e difeso.

E parliamo soprattutto del futuro delle generazioni più giovani, cui viene tolta la speranza di poter progettare e realizzare il maggiore dei beni cui un uomo può aver accesso: il proprio futuro.

Per questo nasce l’Osservatorio dei Diritti, una piattaforma, un luogo per confrontarsi, uno spazio di dibattito e riflessione dove fare “cultura dei diritti”.

Per contribuire a creare nuove idee, lavorare sulla formazione, ascoltare e offrire supporto.

Che cosa faremo?

Noi vigileremo, informeremo, proporremo, daremo risposte sul piano legislativo, culturale, scientifico.
Vox  Italy  Italian  Left  Queer  Racism 
january 2018 by dbourn
Mélissa Laveaux a Roma
In questo nuovo episodio di MOTHERLAND ▷ la cantautrice queer haitiana-canadese mélissa laveaux ci porta in un viaggio alla scoperta delle sue radici haitiane e delle sue ispirazioni musicali.

Abbiamo incontrato Mélissa lo scorso luglio a Roma, durante la sua residenza artistica a Villa Medici - Villa Médicis- Accademia di Francia a Roma, mentre realizzava un progetto di ricerca su Edmonia Lewis, scultrice queer haitiana-americana che visse e lavorò nella capitale centocinquanta anni fa, e sul lavoro dei creativi #afroitaliani in Italia che ha intervistato.

#RadyoSiwèl è il nuovo album di Mélissa, in uscita il prossimo #2febbraio. Il progetto ruota intorno alle canzoni che venivano cantate dal popolo haitiano durante l'occupazione militare americana di Haiti.
Attraverso la sua musica Mélissa esplora con orgoglio le sue radici e riporta in vita le storie, le canzoni, il lavoro e i sogni del foklore haitiano e della cultura Vudù.
Mélissa  Laveaux  Edmonia  Lewis  Roma  Italy  Italian  Haiti  Queer  Sculpture  Voodoo 
january 2018 by dbourn
Razzismo in Lombardia
Attilio Fontana, candidato leghista del centrodestra per la presidenza della Regione Lombardia, si lancia in dichiarazioni simili:

"Dobbiamo decidere se la nostra etnia, se la nostra razza bianca, se la nostra società deve continuare a esistere o se la nostra società dev’essere cancellata."

Nel frattempo - secondo i dati diffusi da Pornhub - il maschio medio in Lombardia cerca la categoria ebony molto più che nel resto d'Italia, insomma la "razza bianca" non va molto bene tra le lenzuola e nella cronologia delle ricerche su internet.
Lombardy  Whites  Racism  Italy  Italian  Attilio  Fontana 
january 2018 by dbourn
15 gennaio 1990: La Pantera siamo noi
Il 15 gennaio 1990 gli studenti occuparono la facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza di Roma; questa occupazione segnò la nascita del movimento della Pantera. Già da qualche mese erano occupati un laboratorio e un'aula della Sapienza e fino a dicembre era stata occupata la biblioteca per protestare contro i ridotti orari di apertura, dovuti ai tagli al personale dell'università.

La Pantera siamo noi
Alla fine del 1989 una pantera nera venne ripetutamente avvistata intorno a Roma; seminò il panico e sfuggì ai safari organizzati per catturarla, e scomparve infine nel nulla. La prima città a muoversi era stata Palermo (6 dicembre 1989), dove la precaria situazione dell'istruzione era aggravata da problemi economici e sociali. Poi, quando il 15 gennaio la Pantera occupò alla Sapienza le facoltà di Lettere, Psicologia e Scienze Politiche, la protesta esplose: mentre l'ateneo romano resterà occupato fino alla primavera, in tutta Italia vennero occupate scuole e facoltà e bloccata la didattica.
Il motivo aggregante della protesta fu la proposta di legge Ruberti che prevedeva l'autonomia degli atenei e l'ingresso dei privati nelle Università. Il primo aspetto segnava la fine dell'idea stessa di Università di massa, con la creazione di una gerarchia tra gli atenei, divisi tra atenei di eccellenza e atenei di seconda fila.
I motivi della protesta non si fermavano però alla sola opposizione alla riforma. Si voleva uscire dalla marginalità in cui si trovavano gli studenti all'interno, ma anche all'esterno dell'Università, privi di potere decisionale sul proprio futuro. Si contestava inoltre l'aumento delle tasse che avrebbe seriamente compromesso il diritto allo studio. Preoccupava poi l'entrata in Europa, con la nascita dell'Unione Europea. L'unione economica e finanziaria avrebbe condotto la ricerca, secondo la Pantera, ancora di più nelle mani delle grandi multinazionali. Infine, il movimento rivendicava l'accesso a un'informazione libera e autonoma, e contestava la manovra di Berlusconi (legittimata dall'allora ministro delle Comunicazioni Mammì, dopo la deregulation degli anni Ottanta) di accentramento dei canali di comunicazione.
Roma  Italy  Italian  Black  Panthers  Whites  Appropriation  Palermo  Sicilia 
january 2018 by dbourn
I 53 gioielli italiani patrimonio dell'umanità
Meraviglie da visitare almeno una volta nella vita.

E voi li conoscete tutti?
Italy  Italian  Sicilia  Roma 
january 2018 by dbourn
Attilio Fontana - "Immigrati vogliono cancellare la razza bianca"
"Non possiamo accettare tutti gli immigrati che arrivano: dobbiamo decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate". Parole, dette dal candidato alla Regione per il centrodestra, Attilio Fontana che hanno suscitato un vespaio di polemiche. Fontana è stato scelto dal centrodestra come candidato governatore della Lombardia.
Whites  Italy  Italian  Attilio  Fontana  Racial  Formation  Racism 
january 2018 by dbourn
La stupida e triste storia del mio tentativo di farmi crescere la barba
Far crescere la barba è un superpotere—un modo per prendere la faccia che ti hanno dato i tuoi genitori e trasformarla diametralmente. Una barba può donare a chi la porta serietà accademica o fascino da surfista; può farti sembrare un vagabondo solitario o una stralunata figura paterna; può dire qualunque cosa tu voglia che dica—ma soprattutto, una barba dice "ho scelto io di essere così." Anche se avere una barba non è più di moda, gli uomini che la portano possono sembrare desiderabili e virili. La barba è un simbolo della mascolinità. E io non riesco a farmela crescere.
Beards  Masculinity  Italian 
january 2018 by dbourn
Le 10 città italiane che fanno ingrassare
1) Randazzo, Sicilia
2) Caserta, Campania
3) Norcia, Umbria
4) Milano, Lombardia
5) Borgo di Carpiano, Umbria
6) Orgosolo, Sardegna
7) Matera, Basilicata
8) Vasto, Abruzzo
9) Modica, Sicilia
10) Firenze, Toscana
Italy  Italian  Food  Sicilia  Cheese  Abruzzo  Umbria 
january 2018 by dbourn
Intervista con Annalisa Andreoni, autrice del libro "Ama l'italiano. Segreti e meraviglie della lingua più bella"
La professoressa Annalisa Andreoni, toscana, scrittrice e studiosa della modernità letteraria, scrive di letteratura e cultura sull’ “Huffington Post” e tiene il blog culturale Generazione Goldrake. Oltre a ciò condirige la “Nuova Rivista di Letteratura Italiana” ed è autrice di molte opere universitarie e di libri. La sua più recente pubblicazione è Ama l’italiano. Segreti e meraviglie della lingua più bella , edito da Piemme. Con questo libro, da italianista appassionata, Annalisa Andreoni si rivolge a tutti i lettori mandando il messaggio che il nostro idioma è uno strumento di enorme potenzialità, dimostrandoci come l’italiano abbia lasciato il segno nel mondo della musica, delle arti e della scienza. Questo dovrebbe riempire tutti gli italiani di ammirazione e di orgoglio per la lingua più bella del mondo.
Annalisa  Andreoni  Italian  Language  Languages 
january 2018 by dbourn
Attrarre investimenti la Puglia assolda otto imprenditori
Rodolfo Patella è nato a Castellaneta quarantaquattro anni fa. A Seul, nella Corea del Sud, è general manager di una importante società di importazione di prodotti destinati alla ristorazione e alla moda. Non ha mai dimenticato la sua Puglia: nel cuore della capitale asiatica dirige un ristorante italiano, che organizza degustazioni di specialità enogastronomiche del tacco dello stivale. Sarà lui, insieme ad altri otto imprenditori provenienti da tutto il mondo, a promuovere una rete di nuove relazioni imprenditoriali, che diano alla Puglia un nuovo slancio verso l'internazionalizzazione. Attrarre investimenti: è questo infatti l'obiettivo del progetto "Apulia Attraction", l'iniziativa voluta dalla Regione e rivolta a manager e imprenditori di origine pugliese residenti all'estero.
Rodolfo  Patella  Puglia  Italy  Italian  Seoul  Korea  Restaurants  Queer  Castellaneta 
january 2018 by dbourn
Imbavagliati soprintendenti e direttori, denunciamo noi il caos nei Beni culturali
A colpire è la strategia di fondo del Mibact: da una parte si trasferisce dagli stessi poli museali a fondazioni di diritto privato la valorizzazione sempre più commerciale del patrimonio e dall’altra si prospetta con la legge Madia la sottomissione delle Soprintendenze, decisamente indebolite, ad un organo di governo locale come la Prefettura. Una offensiva, antistorica scemenza.
Mibact  Italy  Italian  Dario  Franceschini  Tourism  Arts  Museums 
january 2018 by dbourn
Apre a Piacenza un nuovo spazio interculturale LGBT
Tutti i mercoledì sera, a partire da oggi, Il Grande Colibrì e Spazio 2 organizzano “Il nido del colibrì”, un nuovo spazio interculturale LGBT. L’appuntamento è alle 21.00 nei locali di Spazio 2 (in via XXIV Maggio 51/53 a Piacenza): un’oretta di accoglienza e di aggregazione in cui confrontarci in tutte le nostre diversità (sessuali, etniche, sociali, religiose, culturali…), e poi una rassegna stampa in cui approfondire le notizie LGBTQIA (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali e asessuali) provenienti da tutto il mondo. L’ingresso è ovviamente libero. Per maggiori informazioni, potete scriverci a piacenza@ilgrandecolibri.com.
Italy  Italian  Piacenza  Queer  Refugees  Immigrants 
january 2018 by dbourn
L'incubo gender nel <<presepe lgbt>> di Piazza San Pietro
Una statua troppo nuda, una Madonna gay friendly, l’Arcangelo Gabriele con una collana di fiori. Il presepe di Piazza San Pietro in Vaticano si sta trasformando in un incubo per i cattolici conservatori che vedono nella creazione di Antonio Cantone un’opera diabolica.
Roma  Italy  Italian  Catholics  Religion  Queer 
december 2017 by dbourn
CICAP - Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Chi Siamo?
Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze (CICAP) è un'organizzazione di volontari, scientifica ed educativa, che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito.
Il CICAP nasce nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati, intellettuali e appassionati che sottoscrive la seguente dichiarazione comune:

«Giornali, settimanali, radio e televisioni dedicano ampio spazio a presunti fenomeni paranormali, a guaritori, ad astrologi, trattando tutto ciò in modo acritico, senza alcun criterio di controllo; anzi cercando, il più delle volte, l'avvenimento sensazionale, che permetta di alzare l'indice di vendita o di ascolto. Per questo portiamo avanti un'opera di informazione e di educazione rispetto a questi temi, per favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica, e del metodo scientifico basato sull’evidenza nell'analisi e nella soluzione dei problemi».
CICAP  Italy  Italian  Magic  Witches  Science 
december 2017 by dbourn
Roma, libri usati: le bancarelle ai tempi del web
Ma Roma, pur confermando la tendenza generale, mostra una situazione a macchia di leopardo, in cui convive il vecchio e il nuovo. "Il problema - sottolinea Alberto Piperno, da 40 anni nel settore e responsabile della libreria "Di libro in libro" - riguarda la crisi dei libri nuovi che si riflette sul mercato dell'usato. Con l'attuale regime fiscale, gli studenti hanno la possibilità di acquistare i testi scolastici su Amazon con il 15% per cento di sconto. Perché dovrebbero comprare gli stessi libri sgualciti e sottolineati? Senza dimenticare, poi, i problemi che ci danno le case editrici: rinnovando frequentemente manuali scolastici e testi liceali rendono inutile la ricerca dell'usato che nel giro di un anno è già obsoleto ".

Meno grave, invece, la situazione descritta dall'ufficio stampa di "Libraccio", la grande libreria di nuovo e usato in via Nazionale: "In tempo di crisi e con la concorrenza del digitale è obbligatorio non sedersi sugli allori. Nel nostro caso, un magazzino dell'usato estremamente ampio continua ad attirare gli studenti che affollano la libreria sapendo che potranno vendere i loro testi con un pagamento cash e, se vorranno, acquistare altri libri di seconda
mano".
Roma  Italy  Italian  Books 
december 2017 by dbourn
Una biblioteca interculturale per l'integrazione a roma
Esiste dal 2009 nel quartiere Quadraro di Roma, grazie all’instancabile lavoro dell’associazione Cittadini del Mondo: è la Biblioteca Interculturale, uno spazio nato come luogo di scambio e conoscenza reciproca fra italiani e stranieri - “per permettere che l’accoglienza dei migranti nel Municipio fosse una realtà e non una farsa”, come spiega la presidente Donatella D’Angelo. Il rinnovo degli spazi della biblioteca, che viene inaugurato il 2 dicembre, è un’occasione per raccontarvi la sua storia.
I ragazzi con zaini e cartelle parlano con forte accento romanesco ma hanno tratti che ricordano Sud America e Oriente. Siamo alla fermata della metro di Porta Furba nell’orario di uscita dalle scuole: al Quadraro, con i suoi 30 mila stranieri residenti, l’integrazione è un questione estremamente concreta. L’occasione è la visita ai locali in ristrutturazione della “Biblioteca Interculturale” che apriranno al pubblico il 2 dicembre. Al numero 45 di viale Opita Oppio, nei sotterranei della Scuola “Damiano Chiesa” che ospitano la struttura, troviamo al lavoro una decina di volontari di tutte le età. Con loro ci sono Alessandro Falcioni e Paolo Guerra dell’associazione Cittadini del Mondo, che nel 2009 ha dato vita a questa esperienza.

Vorrei un libro per leggere una favola a mio figlio
Paolo Guerra, che nella vita fa il restauratore di mobili antichi, è il responsabile della Biblioteca Interculturale. Parlare con lui equivale a ripercorrerne la storia, insieme a quella dell’occupazione di Selam Palace, a cui è legata a filo doppio.
Italy  Roma  Italian  Libraries  Biblioteca  interculturale 
december 2017 by dbourn
L'intercultura sfonda i muri, e la biblioteca si allarga
Nella parte nuova del quartiere Quadraro, tra le fermate metro di Porta Furba e Numidio Quadrato, c’è una grande scuola, la Damiano Chiesa. Al numero 45, nell’ex casa del custode, dal 2013 ha trovato spazio la biblioteca interculturale dell’associazione Cittadini del mondo, che già dal 2009 aveva mosso più di un passo nella vita del quartiere appoggiandosi ai locali della scuola Jean Piaget e della Carlo Moneta.

La biblioteca è un piccolo patrimonio, un gioiello di periferia: 20.000 volumi in più di 20 lingue differenti, 1000 DVD, connessione wi-fi a disposizione degli utenti e soprattutto eventi, presentazioni, incontri interculturali per i cittadini del quartiere. Lezioni di storia dell’arte, visite guidate “urbane”, cene multietniche, incontri con le scuole, corsi di italiano per stranieri, scuole estive… il tutto nato da due considerazioni tanto semplici quanto imprescindibili: non è possibile ignorare il bisogno di integrazione in una società multietnica e, più importante, le lingue vanno preservate. Tutte. Perché sono sì strumento di comunicazione, ma soprattutto di identità.

Cittadini del Mondo, che dal 2006 ogni giovedì sera presta assistenza socio-sanitaria a migranti, rifugiati e richiedenti asilo presso l’edificio occupato Selam Palace, i bisogni reali dei migranti ha potuto intercettarli. E ha scoperto che c’è qualcosa di molto più immediato delle questioni materiali: c’è innanzi tutto la necessità di non rinunciare al proprio patrimonio culturale, leggere libri nella propria lingua d’origine. E così, dalla richiesta di un padre di poter reperire materiale nella lingua materna per leggere le storie al figlio, è nata la biblioteca, arrivando fino ad oggi.
Libraries  Roma  Italy  Italian  Centri  Sociali  Cittadini  del  mondo  Biblioteca  interculturale 
december 2017 by dbourn
Costantino D'Orazio - Map of La Grande Bellezza
Tre percorsi per scoprire
La Roma Segreta del film La Grande Bellezza
Buone passeggiate!
Costantino  D'Orazio  Film  Roma  Italy  Italian  La  Grande  Bellezza 
december 2017 by dbourn
L’Istituto Internazionale per la Scienza Archivistica (International Institute for Archival Science – IIAS)
L’Istituto Internazionale per la Scienza Archivistica (International Institute for Archival Science – IIAS) trova la propria origine nel Centro sui problemi tecnici e professionali negli archivi fondato nel 1986 su iniziativa del dott. Peter Pavel Klasinc, all’epoca direttore del Pokrajinski Arhiv di Maribor nonché organizzatore degli incontri archivistici di Radenci, congressi interessanti l’area dell’allora Yugoslavia aperti a partecipazioni, nel tempo sempre più nutrite, di archivisti provenienti da stati esteri quali Austria, Italia, Ungheria, ecc. Fu proprio per questa sempre maggior partecipazione di professionisti esteri che venne decisa la fondazione di un autonomo istituto internazionale che si occupasse dei problemi tecnici e professionali della materia archivistica con particolare riguardo all’area geografica balcanico-danubiana al fine di migliorare la qualità e la professionalità di servizi offerti, il tutto anche per il tramite dell’apporto dell’esperienza dei paesi di più affermata tradizione archivistica quali Austria, Germania ed Italia, nonché delle iniziative promosse a livello internazionale dal Consiglio Internazionale degli Archivi.
Italy  Trieste  Archives  Italian 
december 2017 by dbourn
Abbiamo parlato con Philippe Charlier, il medico che ha incontrato dei veri zombie
Durante una delle sue ultime missioni, si è recato ad Haiti per assistere sul campo ai riti voodoo e vedere gli zombie. Philippe Charlier non è interessato agli zombie rappresentati nei film americani, ma a quelli reali: vittime di sacerdoti voodoo che li avvelenano per ridurli in schiavitù e annullarne la volontà. Per ottenere la zombificazione, i sacerdoti preparano una polvere a base di tetrodotossina — un potente veleno prodotto da un pesce tropicale, il Tetraodon, o pesce palla — che spesso viene introdotta all'interno dei vestiti per entrare in contatto con la pelle della vittima. Il veleno pone la vittima in uno stato catalettico, che viene scambiato per morte. La persona viene sepolta, ma non per molto: meno di 24 ore dopo, lo stregone riesuma il presunto cadavere e lo fa tornare in "vita" con un antidoto a base di atropina che elimina gli effetti del veleno, prima di somministrargli altre sostanze che ne garantiranno la docilità completa nonché l'incapacità di fuggire. Come accade spesso nel folklore haitiano, è difficile distinguere il mito e dalla realtà, si stima che, ogni anno, vengono segnalati circa 1.000 nuovi casi di zombificazione. Abbiamo quindi chiesto a Philippe Charlier cosa ha visto durante la sua indagine sul luogo e come erano gli zombie che ha incontrato.
Zombies  Monsters  Haiti  Italian  Philippe  Charlier  Medicine  Medical  Voodoo  Magic 
december 2017 by dbourn
Strigora 2017
Triora da quasi trent’anni è assurta a notorietà nazionale quale “paese delle streghe”, in virtù del processo ad alcune donne negli anni 1587-1589, ampiamente documentato. Per celebrare il quarto centenario di questo tragico avvenimento furono organizzati convegni e mostre con la presenza di qualificati studiosi. Tali appuntamenti furono riproposti molte volte; il fenomeno della stregoneria e della magia è stato praticamente sviscerato ed analizzato sotto ogni aspetto. Mancava solamente una rappresentazione, seppur simbolica, della vicenda. Nell’anno 2001 è nata così, quasi per caso, Strigòra, parola composta da "streghe" e da "Triora", che può anche magicamente significare “bocche delle streghe”. La manifestazione, dalla prima mitica edizione, è stata ripetuta ogni anno, sempre rinnovata e diversa, ma con un unico scopo: rivalutare e smitizzare la figura delle povere streghe, ingiustamente condannate. Anche quest'anno tale appuntamento verrà riproposto, grazie all'impegno ed alla collaborazione fra il Comune e l'Associazione Turistica Pro Triora.
Strigora  Witches  Magic  Triora  Italy  Italian 
december 2017 by dbourn
Il signore degli archivi, la dimensione archivistica nell'universo letterario di J.R.R. Tolkien
Se, nell'economia della finzione letteraria, un ruolo preponderante nella trasmissione di questo contesto storico è dato da Tolkien alla poesia, ai canti e alle “fonti orali” che costellano tutti i suoi testi, ognuno dei popoli della Terra di Mezzo viene dotato anche di archivi, annali e records che spesso descrivono il susseguirsi di regnanti, battaglie, matrimoni e eventi naturali come vere fonti storiche.

In particolare gli archivi nel mondo tolkieniano si possono ricondurre a due dimensioni differenti: archivi di contesto e archivi del racconto.
Archives  Literature  Fantasy  Magic  JRR  Tolkien  Italian 
december 2017 by dbourn
Non si esce vivi da Ostia
Non Essere Cattivo” dice un orsacchiotto di peluche crocifisso in mezzo a un cimitero per infanti. È una delle scene più intense del terzo e ultimo film di Claudio Caligari, il regista di Amore Tossico (1983) e L’Odore della Notte (1998), ultimo capitolo di una trilogia su Roma, l’Italia, le nostre periferie e dunque sul vivere in comune dopo la fine dell’azione collettiva, la morte della politica, l’esaurimento del futuro. L’ultimo episodio di una trilogia che resterà nel tempo, oltre l’esistenza terrena del suo autore: Caligari è morto nello scorso mese di maggio, poco dopo aver finito il montaggio di questa pellicola (strenuamente voluta da Valerio Mastandrea).
Ostia  Warebear  Francesco  Palmieri  Roma  Italy  Italian 
december 2017 by dbourn
Luoghi Misteriosi in Italia
Questo sito ha l'intenzione di raccogliere luoghi, leggende, vicende realmente accadute, segni, stranezze, curiosità, angoli non spiegabili in Italia. Luoghi realmente solcati, toccati, fotografati, pensati e qui raccontati. La storia dell'umanità viene narrata sì dagli scritti antichi, ma soprattutto da tutto ciò che ci circonda, un libro aperto sulla nostra provenienza e sulla strada da percorrere, di semplice comprensione, basta solo saper leggere tra le righe della natura e dell'archeologia.
Italy  Italian  Magic  Witches 
december 2017 by dbourn
I segni come parole - LIS (Lingua dei Segni Italiana)
Il nostro è un invito a scoprire una diversa modalità di comunicazione, e insieme il mondo dei sordi, che sulla comunicazione visiva ha costruito la sua lingua e le sue tradizioni, ha tramandato una storia e una cultura.
LIS  Italian  Sign  Language  Deaf  Italy  Languages 
december 2017 by dbourn
« earlier      
per page:    204080120160

Copy this bookmark:





to read